Home Flash News alla ricerca del Panettone più ….

alla ricerca del Panettone più ….

Un panettone innovativo, realizzato rispettando l’ambiente che risponde ai bisogni di sostenibilità degli italiani. Da quando è iniziata l’emergenza Covid, infatti, il 27% ha acquistato più prodotti sostenibili o ecofriendly rispetto a prima della pandemia. A crescere, inoltre, è anche il consumo di prodotti locali a chilometri zero con più di 8 italiani su 10 (82%) che scelgono prodotti Made in Italy per sostenere l’economia, l’occupazione e valorizzare le risorse del territorio.
Sono i dati che emergono da un’indagine Coldiretti/Ixe’ e che certificano come le abitudini della popolazione tricolore siano cambiate, in meglio, con un’attenzione maggiore e sempre più coinvolta verso l’ambiente.
Per questo Tonitto, storica azienda ligure, di proprietà della famiglia Dovo da tre generazioni, ha scelto di realizzare il tipico dolce natalizio in chiave moderna e sostenibile. Nasce infatti il panettone artigianale con gelato al cioccolato prodotto in partnership con Altromercato, la principale realtà di Commercio Equo e Solidale in Italia, che fornisce zucchero equosolidale e realizzato all’interno dello stabilimento di Campi, a Genova, attraverso l’utilizzo di energia solare.
Dal 1939 tre generazioni, due secoli e oltre 80 anni di storia. La famiglia Dovo ne ha fatta di strada. Dalla piccola latteria dei primi anni ’40, al laboratorio artigianale degli anni ’70 fino ad arrivare all’attuale stabilimento di Campi nato negli anni ’90. Un’evoluzione costante nel tempo che ha permesso all’azienda di diventare un’eccellenza ligure al fianco di mostri sacri come il Pesto di Prà, il Festival di Sanremo o le Cinque Terre: il Sorbetto Tonitto, come riportato dai dati IRI, è infatti il N° 1 in Italia “grazie alla sua consistenza morbida e vellutata e al suo sapore naturale e inconfondibile”.
L’unico comune denominatore della storia dell’azienda ligure resta comunque la ricerca dell’eccellenza, a partire dalla prima generazione della famiglia Dovo con Antonio, soprannominato “Tonitto”, ed Enrica e il loro primo locale di Albaro. Nel Dopoguerra e col conseguente boom economico il gelato si fa pop conquistando la pubblicità e gli italiani: così anche la famiglia genovese si evolve e da fine anni ’60 dà spazio alla seconda generazione con Alfredo, figlio di Tonitto, che prima influenzato dall’esperienza londinese decide di trasformare il locale in un punto d’incontro per tutti i genovesi, poi apre un secondo locale ritornando alle vecchie ed esclusive origini del gelato. Tra gli anni ’70 e gli anni ’80 il successo di Tonitto è poi globale, tanto che varca i confini italiani e amplia la propria produzione diventando “l’industriale del gelato artigianale”.
Ora con l’ultimo passaggio di consegne alla terza generazione, formata da Luca e Massimiliano Dovo, figli di Alfredo, che negli anni 2000 hanno rivoluzionato ulteriormente l’offerta Tonitto puntando su ricerca e sviluppo e sull’utilizzo di materie prime naturali e di altissima qualità: dal gelato all’olio d’oliva fino a quello amico della salute e gluten free, fino alla nascita del Sorbetto. «La scelta di rimanere fedeli nella produzione allo spirito di semplicità e genuinità inaugurato da nostro nonno – spiega Luca Dovo, Amministratore Delegato di Tonitto – si è rivelata una strategia vincente. Insieme a mio fratello abbiamo deciso di puntare verso i principi di un’alimentazione quanto più sana, equilibrata e naturale possibile in linea con gli stili di vita emergenti e con la filosofia di una “etichetta pulita”. Nella maggior parte dei nostri prodotti è infatti presente la cosiddetta “cleanlabel” che dichiara come quest’ultimi siano realizzato senza additivi, aromi e coloranti ma con l’utilizzo di ingredienti naturali, facilmente reperibili anche da chi desidera replicare la ricetta a casa propria».

Ed ora ecco il panettone con gelato al cioccolato, prodotto Made in Italy, fatto a mano con ingredienti di alta qualità e realizzato con classico gelato italiano e finissimo cioccolato. Fatto con uova e latte freschi, lievito naturale e zucchero, al suo interno sono presenti uva sultanina, scorze di agrumi canditi (arance e cedro).

«Siamo in un periodo in cui il rispetto per l’ambiente che ci circonda deve sempre essere alla base dei nostri comportamenti – spiega Luca Dovo, AD Tonitto 1939 – La nostra politica è ormai da anni fondata sulla tematica della sostenibilità e da tempo cerchiamo di sviluppare soluzioni sostenibili ormai irrinunciabili e doverose per un’azienda come la nostra».
«Da tre generazioni ricerchiamo l’eccellenza nel creare gelati italiani di qualità. Il nostro impegno inizia dalle materie prime e prosegue con innovazione costante, per regalare a tutti un momento unico di felicità – sottolinea Luca Dovo, AD Tonitto 1939 – Abbiamo puntato su questo su un panettone artigianale e allo stesso tempo sostenibile anche per provare a destagionalizzare il gelato, sempre legato alla stagione calda, mantenendo comunque la tradizione del Natale».

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.