Anno 10ottobredirettore Roberta Candus redazione@golfegusto.it

Un pomeriggio a Milano con "Le Donne del Vino"
notizia del 15/10
L’Associazione Nazionale Le Donne Del Vino ha consegnato il Premio Uomo dell’anno 2015, a Palazzo Cusani a Milano, al giornalista Massimo Giletti. Con la sua simpatia, professionalità e schiettezza ha incantato il pubblico. Un uomo che crede in quello che dice e lo fa con coerenza, un giornalista attento ai problemi reali del proprio Paese e del mondo che, in prima persona, se ne fa portavoce e si reca a verificare ciò che succede prima di parlarne, una persona che non ha paura di esporsi e di pagare le conseguenze di ciò che attesta con grande passione.  Il pubblico di tante Associate, stampa e compresa l’indimenticabile artista e “signora dei fornelli”,  Wilma De Angelis, hanno ascoltato e applaudito con forza questo suo impegno e questo suo monito a comportamenti più etici, seppur nel nostro piccolo, per un minor prolificare di malcostume che rende questo nostro bel paese preda delle speculazioni più feroci. La Presidente dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino, Elena Martusciello, ha portato al presentatore de “L’Arena” il saluto di tutte le Socie, ringaziandolo per la sua presenza e per la sua disponibilità. La giornalista Anna Pesenti Buonassisi ha condotto con maestria e amabilità l’intervista al premiato, chiedendo che si soffermasse sui temi più scottanti da lui recentemente trattati. Giletti ha risposto in modo diretto e chiaro, come è sua abitudine, facendo toccare con mano e mostrando senza veli l’attuale realtà sociale italiana e internazionale. Entrato nel 1988 in Rai accanto a Giovanni Minoli, che considera il suo maestro, Massimo Giletti ha condotto vari programmi televisivi fino ad approdare su Rai 1 come conduttore de “L’Arena”, un programma nel quale affronta tutti i temi di grande attualità, che spaziano dalla politica alla cultura, tenendosi sempre al di sopra delle parti e narrando i fatti da cronista corretto e obiettivo. L’Associazione Nazionale Le Donne del Vino ha premiato Giletti con una targa con l’effige dell’Associazione. Il Maestro Gerardo Sacco, orafo calabrese, rinomato in tutto il mondo che da tempo è diventato partner insostituibile dell’Associazione, ha creato appositamente per l’occasione e offerto al giornalista un paio di gemelli in oro, brillantini e smeraldi a forma di riccio portafortuna e una bottiglia con un tappo in oro rosa, le etichette in argento con il logo delle Donne del Vino e il nome del premiato, ornata da un medaglione della maschera di Bacco. L’azienda Bottega ha voluto donare una bottiglia da tre litri di grappa realizzata in vetro di Murano con all’interno un grappolo d’uva, adornata all’esterno con il logo in argento dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino. Molto carino il premiato, oltre a rispondere alle varie richieste di selfie, si è fatto fotografare con tutte per un ricordo piacevolissimo, dimostrando una grande disponibilità ed interesse a tutte le richieste, dimostrando la semplicità del suo stile che ne fa veramente "l'Uomo dell'Anno 2015".   Per informazioni: www.ledonnedelvino.com

Un pomeriggio con Massimo Giletti, Uomo dell'Anno, per l'Associazione Donne del Vino.

Moda autunno, i colori della pioggia
Per rendere più allegra una giornata autunnale di pioggia: polacchini, stivali e le classiche Candy, il tutto colorato. S.M.

Lady Gagà Milano è nato per l'estate così colorato, ma per rendere meno triste una giornata autunnale di pioggia , è sempre meglio portare al polso del colore..

giacca per le prime temperature un po' fredde, gli sbalzi ci possono creare fastidi quindi conviene prevenire con un piumino Moncler.

Un ombrellino molto chic con il manico a forma di rosa, si adatta, si adatta. Ombrell Verri.

Tutte le storie hanno una fine, e nel 2016 toccherà alla maestosa storia di un gruppo italiano che dal lontano 1966 ha emozionato milioni di persone con la sua musica: i Pooh.

Come annunciato nella conferenza stampa che si è nei giorni scorsi a Milano, in una sala stampa assiepata di giornalisti che non hanno voluto perdersi questa importante occasione di conoscere in anteprima il futuro del più longevo gruppo italiano, il prossimo anno, oltre a essere segnato dai festeggiamenti per i 50 anni di carriera del gruppo, sarà anche quello che metterà definitivamente la parola fine alla storia dei Pooh.

Ma una storia così ricca merita di essere festeggiata nel migliore dei modi e allora ecco che i Pooh hanno riservato ai loro fans e non solo una grande sorpresa: insieme a Roby Red e Dodi, saliranno infatti sul palco anche Riccardo Fogli e Stefano D’Orazio, due “ex-pooh” che come ribadito parecchie volte in conferenza stampa, non hanno mai smesso di essere buoni amici.
E sarà con questa formazione che saliranno sul palco il prossimo giugno per due grandi concerti-evento negli stadi: 10 giugno a San Siro (Milano) e 15 giugno all’Olimpico (Roma), per rendere omaggio alla storia con uno grandioso, perché una storia importante merita un finale importante, che permetterà di “andare a leggere le emozioni del passato”.

E’ già in rotazione radiofonica una nuova versione inedita di “Pensiero" con le cinque voci della nuova formazione. Ai fans dei Pooh e a tutti coloro che almeno una volta nella vita hanno canticchiato una loro canzone aspetta un 2016 pieno di emozioni, che prenderà il via il 28 gennaio, esattamente cinquant’anni dopo la fondazione del gruppo nel lontano 1966, con la pubblicazione di un Picture Disc a tiratura limitata che conterrà le canzoni della storia del gruppo scelte proprio da chi le ha amate, tra quelle che non hanno avuto una grande storia ma che sono rimaste nel cuore di tanti appassionati.

E cosi dopo aver ringraziato tutti coloro che hanno fatto parte della loro storia, a partire da Valerio Negrini, compianto autore della maggior parte dei testi dei Pooh scomparso a gennaio 2013, Roby Red Dodi Stefano e Riccardo hanno dato appuntamento ai loro fans per il prossimo anno, per un compleanno memorabile! Non ci resta che aspettare di sapere cosa hanno in serbo per noi questi artisti che molto hanno dato alla storia della musica italiana. 

Silvia Colombo

Un weekend a Venezia? Scegliete il B&B Ca' Isidoro, a 5 mn. da Piazza San Marco
Mercoledì, 4 novembre 2015
".
 
Mercoledì, 4 novembre 2015