Anno IXagostodirettore Roberta Candus redazione@golfegusto.it

"La pizza, capolavoro universale" alla casa degli Atellani

a cura di Confagricoltura per il "fuori Expo"

notizia del 25/8
In un particolare contesto come La Vigna di Leonardo a Milano  si esibiranno 10 pizzaioli: Graziano Bertuzzo, quarantanni di esperienza è il campione italiano di Pizza, maestro istruttore della Scuola Italiana Pizzaioli di Caorle, giudice ai più importanti Campionati del mondo. Giulio Bressan, da 25 anni nel suo storico locale ad Almisano di Lonigo, una piccola frazione in provincia di Vicenza. L'ultima sfida importante e piena di soddisfazioni è stata quella di insegnare nella comunità di recupero di San Patrignano.
Stefano Callegari, romano Doc, non è solo un pizzaiolo, ma qualcosa di più, ha rivoluzionato l'approccio alla pizza nella Capitale e rilanciato lo street food. Sua la geniale idea del Trapizzino, un triangolo di pizza farcito con piatti tipici della cucina romana.
Pasquale Cozzolino, se volete mangiare una pizza al 100% italiana a New York dovete andare da lui. Lo sanno bene anche gli americani che lo hanno premiato per la miglior pizza della Grande Mela. Domenico Crolla, la pizza per lui è come l'alta moda. Un abito fatto su misura da sarti esperti, con tessuti pregiati e un'attenzione particolare ai dettagli. Lavora a Glasgow, in Scozia, che ha fatto della pizza la sua fortuna. Johnny Di Francesco, la miglior pizza Napoletana al mondo si mangia in Australia. Johnny, infatti, ha vinto i Campionati mondiali a Parma. Gaetano Esposito, discendente da una gloriosa stirpe di pizzaioli, parente di quel Raffaele Esposito, marito di Maria Giovanna Brandi che nel 1889 creò la pizza Margherita, in onore della Regina Margherita di Savoia. Giorgio Sabbatini, riferimento della Scuola italiana dei Pizzaioli ad Expo Milano 2015, inizia giovanissimo l'attività di pizzaiolo nel locale di famiglia a Verona, che ancora gestisce. Gino Sorbillo, più di 1200 pizze al giorno nello storico locale di Napoli, in Via dei Tribunali, nato negli anni '30 ad opera di suo nonno. Ora anche Milano. Guglielmo Vuolo
maestro dell'Arte, con più di quarant'anni alle spalle e una lunga militanza nell'Associazione Verace Pizza Napoletana, della quale è maestro istruttore. Guglielmo è uno dei pizzaioli storici di Napoli e la su pizza è famosa per la pasta leggera, il cornicione vaporoso, la lunga lievitazione, gli ingredienti impeccabili.  "La pizza, 'Capolavoro' universale" vedrà così i dieci all'opera.

Champagne & Sparkling Wine World Championships 2015
I guru del vino incoronano Fior d'Arancio Maeli DOCG 2013 di Elisa Dilavanzo,unica produttrice italiana premiata con l'oro alla rassegna di Londra. Gli opinion leader di settore Tom Stevenson, Essi Avellan MW e Dr Tony Jordan premiano per la prima volta con la medaglia d'Oro lo spumante Moscato Giallo dei Colli Euganei, creato da Elisa Dilavanzo, brillante produttrice e anima di Maeli. Grande soddisfazione per Maeli e per Elisa Dilavanzo: in occasione del più prestigioso concorso nel mondo delle bollicine, il Moscato Giallo 100% - ha vinto l'ambita medaglia d'oro. Un importante riconoscimento per il brillante progetto vitivinicolo e spumantistico della Dilavanzo, produttrice e anima di Maeli, tenuta immersa nel verde dei Colli Euganei, espressione di eccellenza vitivinicola dele colline più vicine a Venezia. Accanto alla meravigliosa Villa Vescovi del FAI – villa che ha ispirato l'artista Palladio -: una autentica oasi naturale, si estendono in un terreno di origine vulcanica, ricco di trachite, calcare e argilla e si mescolano a marna e limo. Da qui il nome Maeli. Dove la marna si unisce al limo in particolare, si crea una sinergia unica, e il Moscato che proviene da questo inimitabile terroir è incredibilmente longevo ed estremamente fine, unico e autentico.
L’edizione 2015 dello Champagne & Sparkling Wine World Championships ha visto la partecipazione di oltre 100 nuovi produttori e valorizza il meglio del mondo della spumantistica internazionale. Mercoledì 2 settembre ci sarà a Londra l'ufficiale Award Dinner, organizzata da CSWWC team and World of Fine Wine Magazine, che consegnerà il premio a Elisa Dilavanzo e agli altri produttori premiati . Info
Il tour estivo della "Piccola". La Nastro Azzurro 25 cl nella bottiglia di design, torna ad animare l’estate. Dopo il successo dello scorso anno, il “tour Nastro Azzurro Piccola" è partito da Milano (passando dai locali Slide Lounge, GLounge e Anche Bar), in quella che è la città italiana più in fermento degli ultimi mesi, per fare tappa alla Terrazza Yucca di Busto Arsizio (VA) e al padiglione di Eataly in EXPO. Approda in Puglia al White Beach di Ostuni (BR) e al Fantini Club di Cervia (RA) che la vedranno protagonista per una nuova collezione di Infusions, i cocktail a base di Nastro Azzurro creati dai migliori mixologist internazionali. info 10 settembre il primo Milano Beer Tour Beer Experience: esperienze a tema birra create ad hoc, beer team building, minicorsi, eventi personalizzati.
Oltre allo staff di Rossi&Bianchi e di Marco Giannasso, The Good Beer Society si avvale di degustatori, birrai, homebrewer e appassionati di birra, a creare il gruppo dei “Brewtiful People”
. Eventi frutto del nuovo progetto The Good Beer Society creato da Rossi& Bianchi e Marco Giannasso. Nasce, come ogni buona birra, da un blend equilibrato e variegato di ingredienti; abbiamo sostituito le 4 componenti fondamentali (acqua, malto, luppolo e lievito) con competenze tecniche di degustazione, formazione, comunicazione e, ingrediente imprescindibile per donare il giusto aroma, un’infinita passione per il mondo birrario. Info
Per i CENTANNI di CAMPARI, lo storico locale aperto da Davide Campari nel 1915 festeggia insieme ai personaggi che hanno contribuito a scrivere la sua storia: dai fratelli De Filippo a Vittorio De Sica fino a Diego Abatantuono, Martina Colombari, Federico Russo e Nina Zilli. Il Camparino in Galleria, vera e propria istituzione per la città di Milano, compie 100 anni e festeggia questo importante traguardo inaugurando, il 22 giugno 2015, la mostra “I volti dell’aperitivo”. Dieci personaggi appartenenti al passato e al presente che, attraverso dieci scatti da loro autografati con altrettante dediche, raccontano lo charme intramontabile del locale di Galleria Vittorio Emanuele II e il motivo per il quale l’hanno eletto luogo privilegiato per l’aperitivo inteso come momento unico di convivialità e relazione sociale.
Fondato da Davide Campari nel 1915, il Camparino è, da sempre, un luogo accogliente e ospitale che, ieri come oggi, immerge subito nel mood milanese anche chi di Milano non è. Un tempo sedeva in Galleria Vittorio De Sica, oggi troviamo Diego Abatantuono. “Il Camparino è una istituzione. – commenta l’attore milanese - Un attimo, e il tempo si ferma. Ritrovi il sapore che ha accompagnato la tua vita e trovi i tuoi amici di sempre. Trovi Milano, che pare ruvida e invece è morbida, accogliente”. È del maestro Ugo Nespolo, invece, il logo che ne celebra l’anniversario: un colorato condensato di tradizione e innovazione per un artista cha da anni collabora con Campari per progetti italiani e internazionali.
Campari
Il nuovo cocktail per l'estate è MaximICE, un inedito abbinamento delle bollicine Ferrari Maximum Demi-Sec con salvia e pepe bianco, che servito on the rocks promette di diventare uno dei cocktail più richiesti dell'estate. Ingredienti semplici e naturali che preservano l'eleganza del perlage arricchendolo con l’aroma mediterraneo della salvia e il tocco esotico del pepe. Un mix perfetto di freschezza, gusto e briosità è il segreto del nuovo cocktail che le Cantine Ferrari propongono per l’estate 2015. Facile da realizzare e di sicuro effetto, il MaximICE piace ai più giovani e regala anche agli affezionati un’alternativa inaspettata ed elegante al classico aperitivo Ferrari. A lanciarlo un esclusivo tour, il “MaximICE Your Summer”, che toccherà alcune tra le più esclusive mete dell’estate italiana: si inizierà il 5 luglio dal White Ostuni Beach Club, per poi proseguire l’11 luglio al Ferrari Spazio Bollicine sulla piazzetta di Porto Cervo e concludersi in Versilia il 19 luglio al Twiga Beach Club di Marina di Pietrasanta. Oltre al MaximICE, in occasione del tour, si degusteranno anche altri cocktail che le Cantine Ferrari hanno creato per proporre agli appassionati delle bollicine alcune alternative fresche e divertenti per l'estate: il Ferrari You-Go, una rivisitazione dell’Hugo a base di sciroppo di sambuco e il Blooming Perlé, in cui un fiore di ibisco selvatico sboccia nelle bollicine del celebre Trentodoc millesimato. info
Dal 20 ottobre 2015 la campagna di IOF - International Osteoporosis Foundation dedicata all’importanza della nutrizione per prevenire le malattie delle ossa. Secondo recenti ricerche, un aiuto può arrivare anche dal consumo regolare di prugne. Per prevenire e contrastare l’Osteoporosi è fondamentale una corretta alimentazione. È questo il concetto chiave della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi 2015 che si celebrerà il 20 ottobre e che vede tra i suoi nutrition supporter ufficiali Sunsweet Growers, la celebre azienda californiana leader mondiale nella produzione di prugne secche, succo di prugne e prodotti per l’industria a base di prugne. Secondo un recente studio presentato al convegno Experimental Biology 2015, infatti, un consumo giornaliero di 50 g di prugne - corrispondente a 4-5 frutti - influisce positivamente sulla densità ossea nelle donne dopo la menopausa. Questa scoperta conferma precedenti risultati sperimentali, che collegavano un incremento della densità minerale nell’avambraccio e nella spina dorsale nei soggetti che avevano consumato 100 g di prugne al giorno. La presenza di prugne all’interno di una dieta bilanciata che includa anche latticini, pesce, frutta e verdura può quindi contribuire alla buona salute delle ossa. Secondo le stime della IOF, 22 milioni di donne e 5,5 milioni di uomini di età compresa tra i 50 e gli 84 anni all’interno dell’Europa a 27 sono affetti da osteoporosi. In Italia, nel 2010, sono state calcolate 465mila fratture dovute a fragilità ossea. Un problema sanitario che si stima sia costato alla collettività oltre 7 miliardi di euro e che è in crescita a causa dell’invecchiamento della popolazione. Info
Branca, la storica azienda propone un ricco programma di eventi in collaborazione con i migliori locali del centro di Milano. Branca Experience I cocktail a base di prodotti Branca animeranno le notti dell’estate milanese con una serie di appuntamenti in dieci locali notissimi tra cocktail bar, locali tradizionali, storici o di nuova apertura situati nel centro della città. Il Jamaica, il Cinc, il Pinch, il Botinero, l’Hotel Ambasciatori, Dry, Pisacco, Octavius, Sushi B e il Verdi’s, ospiteranno serate a tema e daranno dimostrazione della versatilità dei prodotti Branca con cocktail dedicati. Aperitivi, degustazioni, proposte culinarie, tutto a ritmo di musica. Si va avanti fino a fine settembre. Info
Mintonic, versione alternativa del Mojito

Nella splendida sede del Museo della Scienza e della Tecnica “Leonardo da Vinci”. Milano ritornaBottiglie Aperte. Dopo il successo delle prime tre edizioni ritorna il più grande festival vinicolo di Milano, città dell’Expo 2015. Quest’anno Bittiglie Aperte una cornice esclusiva che vuole unire due mondi sinonimo di eccellenza del Made in Italy: quello dell’arte e quello del vino.Organizzato da Blend Srl e Aliante Business Solution, con la direzione di Federico Gordini, Presidente di Milano Food Week, per l’edizione 2015 vede la partecipazione di Luca Gardini come testimonial di eccezione e di tanti altri autorevoli professionisti del settore che aderiranno al palinsesto delle degustazioni. Dedicato principalmente ai professionisti del canale Ho.Re.Ca., l'evento prevede la presenza di 100 espositori selezionati tra le cantine più rappresentative del territorio italiano, caratterizzate da un alto profilo qualitativo e da un forte legame con il territorio di provenienza. Il programma è arricchito da una selezione di degustazioni e Master Class a iscrizione di altissimo livello guidate da Luca Gardini, da una cena speciale organizzata per i produttori e da numerose novità. Tra queste, la consegna del primo Wine List Award assegnato alle migliori carte vini dei ristoranti italiani selezionati per categoria da una giuria tecnica composta da giornalisti, enologi ed esperti del settore e il Wine Style Award che premierà le aziende che si siano distinte per la propria immagine coordinata. info

Dall'11 luglio al 30 agosto. Si può iniziare con la visita a una “cattedrale delle bollicine” e concludere con una mostra dedicata a uno dei più grandi artisti contemporane il maestro spagnolo Pablo Picasso. E' l'esposizione di Acqui Terme che la Cantina Cuvage regala ai suoi visitatori. Quarantotto opere di grafica e di ceramica attendono il pubblico, disposte in un percorso espositivo che ruota  intorno al celebre dipinto “El pintor y su modelo”, un olio su tela, per la prima volta in Italia. Un’antologica che ben delinea i temi e i motivi cari a Picasso, offrendo diversi esempi d  figure femminili, nature morte, paesaggi e tauromachie. La cantina Cuvage estesa su 5000 metri quadrati, la cantina è un laboratorio di idee, grazie anche a tecnologie all’avanguardia. Gli ospiti potranno conoscere le diverse fasi della vita di uno spumante, addentrandosi nella “Galleria del Metodo Classico”, un vero e proprio percorso didattico aperto al pubblico.  Una visita che rapisce tutti i sensi e stupisce il palato grazie agli spumanti firmati Cuvage, prodotti sia con l’utilizzo delle varietà internazionali Pinot e Chardonnay, sia con la valorizzazione degli autoctoni Cortese e Nebbiolo. info
Dal 12 al 14 Settembre 2015

Museo della Scienza e della Tecnica “Leonardo da Vinci”. Milano

LE ANTICHE VITI DELLA SERENISSIMA RIVIVONO NEL BROLO DI CANNAREGIO In occasione di Expo, visite guidate gratuite nell’orto giardino della metà del  Seicento dove sono state fatte rivivere le antiche viti della Serenissima grazie a un lavoro di individuazione, recupero e produzione del materiale genetico delle varietà presenti da centinaia di anni all'interno della laguna di Venezia. Per tutta la durata di Expo, il Consorzio Vini Venezia contribuirà a riaprire le porte dell’antico Brolo di Cannaregio, regalando ai turisti di tutto il mondo la possibilità di vedere uno dei più antichi giardini di Venezia. E’ proprio qui, nell’orto giardino del Convento dei Carmelitani Scalzi, risalente alla metà del Seicento, che il consorzio ha fatto rivivere le antiche viti della Serenissima, in un vigneto ottenuto dal materiale genetico prelevato e riprodotto dalle varietà presenti da centinaia di anni all'interno della laguna di Venezia. L’apertura ufficiale si è tenuta oggi,  20 maggio 2015, alle ore 11.00, presso il Convento dei Carmelitani Scalzi di Venezia. Le visite, su prenotazione, proseguiranno per tutta la durata di Expo (per informazioni contattare il Consorzio Vini Venezia al numero 0422 850045 oppure prendere contatto direttamente con il Convento dei Carmelitani Scalzi al 3487728430 -  www.centroscalzi.it).
In queste dieci edizioni di Cheese il mondo dei formaggi è cambiato profondamente. Era il 1997 quando la manifestazione dedicata alle forme del latte ha innescato per prima il dibattito sul settore lattiero-caseario, con tante battaglie vinte, come quella sul latte crudo, e molte ancora da affrontare, come quella sui fermenti. Il tutto sempre con un approccio che privilegia il piacere legato al cibo e la voglia di approfondire, attraverso le degustazioni e le conferenze, l’incontro con casari e affinatori e le attività per i più piccoli.
Cheese 2015 è organizzato da Slow Food Italia e Città di Bra e si terrà dal 18 al 21 settembre. Il programma sarà disponibile da martedì 16 su www.slowfood.it
Bra, dal 18 al 21 settembre "Alle sorgenti del latte"
La Tordera, tra le piu grandi tenute della zona, è nell’area del Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, ed è la più storica per la produzione di questo spumante. Le vigne sono in ripidi pendii, dove le caratteristiche dell’ambiente e la composizione del terreno sono particolarmente vocate per la produzione di questo spumante. Nella pianura della provincia di Treviso si coltiva la glera, usata per la produzione dello spumante Prosecco Doc Treviso. La Tordera produce spumanti Valdobbiadene Docg con le uve provenienti dai vigneti di proprietà in collina, sicuramente le più aromatiche e adatte alla produzione di uno prosecco superiore. Il risultato è un vino elegante e dalla facile beva, che si distingue per il suo corpo leggero ed un bouquet fruttato e floreale. L’eccellenza si raggiunge con il Superiore di Cartizze e le Rive, uniche ed inimitabili in termini di aroma e struttura. Sul Tram milanese ATMosfera hanno presentato l'ultimo nato, l'Ediizione Limitata di Superiore di Cartizze Valdobbiadene Prosecco con l'etichetta d'autore dedicata a Expo 2015. Info
Situata sui Colli Piacentini, sulle alture che sovrastano Pianello Val Tidone, Santa Giustina nasce dalla passione per il territorio e antiche tradizioni della famiglia Bucciarelli. Suddivisi in quattro varianti: Giovani, Selezioni, Spumanti e Passiti con alcune Ricette esclusive, 17 etichette che vanno dal Malvasia, fermo e frizzante, al Bonarda, al Barbera. Al circuito di Golf &Gusto- Gastronomia&Green 2015 abbiamo già assaggiato il Malvasia e il Barbera con successo dei golfisti. Info
Ha aperto a Milano il nuovo locale 7 Luppoli – Birra e Cucina in Viale Ortles, 31/a – Milano.
In aprile con l’Expo che arriva in anticipo il birrificio di Angelo Poretti di Milano ha apero le sue porte. L’occasione è la presentazione in anteprima del nuovo locale “Sette Luppoli, birra e cucina” di via Ortles. Alberto Frausin, AD Carlsberg Italia presenta l’Expo Experience che vede coinvolto il birrificio nei mesi della Grande Esposizione Universale. Un’esperienza di gusto, eleganza e convivialità all’insegna del buon vivere, del relax e della cultura europea della birra di alta qualità adattata alla sensibilità e ai gusti degli italiani, com’è tradizione e vanto di Birrificio Angelo Poretti dal lontano 1877. La storia del Birrificio Angelo Poretti inizia nel 1877, anno in cui Angelo Poretti realizza la prima cotta nello stabilimento di Induno Olona. Costruisce il suo birrificio in Valganna, scelta per l’acqua purissima delle sue fonti, elemento indispensabile per una birra di grande qualità. La stessa qualità, cura dei particolari e rispetto per la tradizione che hanno rappresentato, e lo fanno tutt’oggi, il sapore delle birre del Birrificio Angelo Poretti, caratterizzate dall’uso di differenti tipi di luppolo, aggiunti in diverse fasi della produzione. Una luppolatura inconfondibile in grado di dare vita a ricette che accompagnano il consumatore in un crescendo di gusto capace di soddisfare le preferenze di ogni palato (“3 Luppoli”, “4 Luppoli Originale”, “5 Luppoli Bock Chiara”, “6 Luppoli Bock Rossa”, “7 Luppoli Non Filtrata” stagionale: La Fiorita, L’Estiva, La Mielizia, Ambrata, “8 Luppoli Saison”, “9 Luppoli”: IPA, Porter, Wit, “10 Luppoli”). info
Un weekend a Venezia? Scegliete il B&B Ca' Isidoro, a 5 mn. da Piazza San Marco
Martedì, 25 agosto 2015
".
 
Martedì, 25 agosto 2015