Anno 9ottobredirettore Roberta Candus redazione@golfegusto.it

"Impara sd amare le tue ossa"
notizia del 20/10
Organizzata dalla Fondazione Internazionale per l’Osteoporosi (International Osteoporosis Foundation, IOF), la Giornata Mondiale dell’Osteoporosi si celebra ogni anno il 20 ottobre per evidenziare l’importanza della salute delle ossa. Quest’anno Sunsweet è orgogliosa di essere tra i sostenitori alimentari con l’obiettivo di aiutare le persone a condurre una vita più sana e ridurre il rischio prevenibile di osteoporosi. La robustezza e la densità ossea sono fattori cruciali del benessere generale e possono essere fortemente influenzati dall’alimentazione. Nuove ricerche suggeriscono che i nutrienti presenti nelle prugne possono contribuire al miglioramento della salute delle ossa. Più precisamente, uno studio recente suggerisce che le donne in post-menopausa con osteopenia, che avevano mangiato 50 grammi di prugne al giorno (circa 5-6 prugne) per sei mesi, avevano riscontrato un incremento della densità minerale ossea alla fine della sperimentazione clinica. Circa la metà della nostra massa ossea viene accumulata durante l’adolescenza, indicando con questo che l’infanzia è una fase fondamentale per lo sviluppo di ossa forti. Il rinnovamento della massa ossea ha luogo in tempi più rapidi rispetto alla rimozione del vecchio tessuto osseo, e ciò determina l’accrescimento e l’incremento della densità delle ossa in questa fase della vita. In età adulta, è fondamentale mantenere le ossa in buona salute ed evitare una perdita ossea prematura. La riduzione del tessuto osseo generalmente inizia verso i 40 anni, quando il nostro corpo non è più in grado di sostituire il tessuto osseo alla stessa velocità con cui lo perde. Sviluppare ossa più sane è quindi un obiettivo per il quale tutta la famiglia può lavorare insieme.

Suggerimenti per lo sviluppo delle ossa dell’intera famiglia:
- Fate spuntini con frutta essiccata, come le prugne, oppure con formaggio, yogurt e noci
- Bevete bevande a base di latte, frullati di frutta fresca con prugne e acqua minerale
- Consumate pasti bilanciati contenenti calcio e proteine, nonché frutta e verdura
- Fate movimento con tutta la famiglia e passate del tempo all’aperto, dedicandovi ad attività fisiche che prevedano corsa e salti.
.

Sunsweet è orgogliosa di essere sostenitrice dell’alimentazione per la Giornata mondiale dell’osteoporosi il 20 ottobre 2015. Il tema di quest’anno si concentra sull’alimentazione e sui cibi e sostanze nutritive fondamentali per sviluppare e preservare la salute delle ossa. ecco quindi suggerimenti e ricette per uno stile di vita sano, in modo da contribuire a divulgare le informazioni su una salute delle ossa migliore ed essere così coinvolti.
Biscotti alle prugne a 3 ingredienti
Sufficiente per 12 biscotti
Questi biscotti soddisfano in modo naturale la vostra voglia di dolce e sono ricchi di fibre, proteine e grassi benefici.
Ingredienti
16 prugne Sunsweet
2 cucchiai di acqua calda
1 tazza di fiocchi d’avena
1/4 tazza di noci tritate
Preparazione
1) Preriscaldare il forno a 191 °C.
2) In un robot da cucina, sbattere le prugne Sunsweet con acqua calda fino a ottenere una miscela omogenea. Mescolare i fiocchi d’avena e le noci fino a che non si forma un impasto colloso.
3) Arrotolare l’impasto in 12 palline e posizionarle su una teglia rivestita di carta da forno.
4) Cuocere in forno per 15 minuti. Subito dopo averle tolte dal forno, pressare ogni pallina con un bicchiere per darle la forma di un biscotto e lasciar raffreddare.
Mancano pochi giorbni alla chiusura di Expo e non poteva mancare... Dulcis in fundo Il 25 ottobre 2015, Expo Milano 2015 darà il via al tradizionale corteo che ricorda il matrimonio tra Francesco Sforza e Bianca Maria Visconti occasione in cui fu creato questo tipico dolce lombardo, nel 1441.
Per il piacere gourmand dei visitatori di Expo, curiosi e sempre alla ricerca di sapori del bel paese, il 24 e il 25 ottobre al cardo sud di Padiglione Italia farà la sua comparsa un grande classico di Rigoletto Gelato e Cioccolato: il gelato artigianale al Torrone con frutta secca dal  gusto delicato e ricercato. “Questo evento che mette al centro dell’attenzione il torrone dà l’opportunità di dimostrare, ancora una volta, come il gelato può sposarsi con qualsiasi ingrediente o dolce – spiega Antonio Morgese, amministratore delegato di Rigoletto Gelato e Cioccolato – Il torrone e il gelato rappresentano veri e propri patrimoni della tradizione gastronomica italiana e Rigoletto ha il piacere di celebrarli  creando un gusto in sintonia con la nostra filosofia che si basa sulla  eccellenza delle materie prime,  esperienza e passione per il nostro lavoro”. Dal 1997 le gelaterie Rigoletto di Milano servono gelato artigianale, preparato su ricette esclusive con ingredienti genuini selezionati, abbinando ai gusti classici nuovi gusti sviluppati in collaborazione con i migliori maestri gelatieri nel rispetto più rigoroso della tradizione del gelato italiano. Rigoletto è presente a Milano con 4 punti vendita (nella storica sede di via San Siro e in via San Marco, piazza Po e via Cola di Rienzo) impostati e gestiti con la filosofia delle “gelaterie di quartiere” servite da un laboratorio centralizzato, oltre a un punto vendita itinerante per eventi e attività on-the-road. Rigoletto rappresenta la tradizione del buon gelato artigianale e del cioccolato italiano a Expo Milano 2015, all’interno di Padiglione Italia, come esclusivista dell’area tematica Gelato e Cioccolato. Info
La Slovenia celebra 1.000.000 di visitatori del suo Padiglione a Expo 2015

 La Slovenia Verde, Attiva, Sana ieri ha raggiunto un importante traguardo: alle ore 17,03 di martedì 20 ottobre è entrato nel suo Padiglione di Expo il visitatore N.1.000.000! Per celebrare l'evento, l'Ente del Turismo Sloveno in Italia ha donato all'inconsapevole ospite, il milanese Marco Rota, un viaggio di una settimana per due persone in Slovenia: 2 giorni all'Hotel Sotelia offerti dalle  Terme di Olimia; 2 giorni presso il Grand Hotel Primus a Ptuj – la più antica città della Slovenia - offerti dal gruppo Sava; 2 giorni presso l'Hotel&O?tarija di Dolenjske Toplice; per finire con il pranzo di gala presso il Castello di Bled, offerto da Jezersek Creative Culinary Solutions, che gestisce il food stall al padiglione sloveno.

“I feel sLOVEnia”!

Assegnati gli "Autochtona Awards" ai top wine della 12^ edizione di Autochtona. La giuria ha premiato 6 vini, sulle oltre 300 etichette che hanno partecipato alla manifestazione.

Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana, Sicilia e Sardegna. Le etichette vincitrici della sesta edizione di "Autoctoni che Passione!", provengono da ogni parte d’Italia: il binomio qualità-varietà si conferma vincente. Partendo da nord, il premio Miglior Vino Rosso è andato al Raboso DOC Piave 2009 dell'azienda Ornella Molon Traverso. È volato in Lombardia l’award nella categoria Miglior Vino Bianco, assegnato al Trebbiano di Lugana Brolo DOC 2014 di Cantina Marsadri. Il premio Migliori Bollicine è andato invece al Lambrusco Rosé di Modena Spumante DOC Brut 2011 di Cantina della Volta. Scendendo più a sud, la Toscana ha primeggiato nella categoria Miglior Vino Dolce con il "Vin Santo" DOC Colli dell'Etruria Centrale 2011 di Fattoria San Michele a Torri. Infine, le isole: I Custodi delle Vigne dell'Etna ha ottenuto il riconoscimento per il Miglior Vino Rosato con il suo Alnus Etna Rosato DOC 2012, mentre il Premio Speciale Terroir, assegnato tradizionalmente all’etichetta che meglio rappresenta l’espressione del vitigno legato al suo territorio di riferimento, è andato alla Sardegna, con 'Entu, Vermentino di Sardegna DOC bio 2014 di Colline del Vento. Autochtona si è conclusa così nel migliori dei modi, con un appuntamento - "Autoctoni che passione!" – che si è dimostrato anche in questa edizione una rassegna di altissimo livello qualitativo, con produzioni che spaziano dal biologico al biodinamico, fino ai vitigni più rari e preziosi".. info

Per i CENTANNI di Camparino Beer Americano sciabolato e Campari e (finto) Gin

Tommaso Cecca, bar tender del Café Trussardi alla Scala, tra i professionisti del cocktail scelti da Campari per festeggiare il secolare traguardo dello storico locale nel cuore di Milano ha reinterpretato i cocktail iconici del 2000 con una particolare attenzione per il Campari Gin. Cecca ha proposto infatti agli afficionados dell’ indirizzo clou nel cuore di Milano a metà strada tra il Duomo e La Scala, alcuni cocktail “must” rivisitati in chiave Trussardi come il “Campari e (finto) Gin” (Campari bitter, infusione gassata di acqua al ginepro chinino e aromi). <<Il Camparino – spiega Cecca - è un simbolo di Milano, un luogo di culto per chi fa il mio lavoro: per festeggiare i suoi primi 100 anni ho puntato su un classico senza tempo come il Campari Gin rivisto però con una visione più contemporanea>> A corollario sono stati offerti anche altri drink già iconici della Carta del Café Trussardi alla Scala come il “Tegroni alla porcellana Trussardi” (Campari Bitter, Vermouth rosso 1757, Gin bankes, tè nero semifermentato e spezie), il “Trugoni” (Vino aromatizzato Aperitivo Trussardi, Campari bitter, bull dog Gin e, vaporizzata, essenza Trussardi) e il “Beer Americano sciabolato” che fa di Campari Cinzano 1757 rosso e schiuma di Birra Moretti Grand Cru i suoi ingredienti d’eccellenza Campari

Dal 10 ottobre all’1 novembre 2015 Festa della Castagna a Vellerano (VT)
Alchimia di "Gusto" made in Trussardi
18 mesi di ricerche e 32 botaniche alla base della nuova proposta del Levriero che sarà servita in purezza o per la preparazione di cocktail destinati a lasciare il segno. Un nuovo prodotto d’eccellenza da assaggiare al Café Trussardi alla Scala.

Aperitivo Trussardi, è la nuova frontiera della degustazione a base di vino pensata per chi è alla ricerca di un’ esperienza di gusto “significativa”, capace di sedurre il palato grazie alla ricercatezza del bouquet e al sofisticato mix degli aromi.  Più di un classico bitter, frutto dell’esperienza di lungo corso di Tommaso Cecca (bar tender del Café Trussardi alla Scala) e della maestria di Baldo Baldinini (alchimista profumiere, testa di serie nella produzione di riserve liquoristiche) si caratterizza per il suo gusto complesso, innovativo, spiazzante ma istintivamente comprensibile, per le sue note aromatiche -  chiare e dirette - e per la sua vocazione alla naturalità, testimoniata dall’azzeramento  di conservarti e coloranti chimici. Bella bottiglia da 0,70 cl con tappo siliconico, finitura dorata ed etichetta in simil pelle con stampa in rilievo a caldo del marchio del Levriero.

La Castagna protagonista assoluta, nelle sue molteplici versioni, di una grande festa lunga 4 fine settimana nel cuore della Tuscia.
Si appresta ad iniziare a Vallerano, luogo per eccellenza del prelibato frutto, un percorso gastronomico, turistico e culturale mirato a vivacizzare ed approfondire la conoscenza di questo prodotto della Natura dotato di una particolare lucentezza ed insignito dalla Comunit? Europea del marchio di Denominazione di Origine Protetta (DOP), primo ed unico ancora in Italia, il 7 aprile 2009. Non una sagra ma una vera e propria festa che giunge alla sua quattordicesima edizione e che quest’anno vede raddoppiare le iniziative nell’intento di celebrare il prodotto tipico del paese in maniera pi? fastosa e gioiosa. Tra le innumerevoli attrazioni della festa (spettacoli musicali e folkloristici, visite organizzate allo stabilimento di lavorazione delle castagne  di Mastrogregori A. & C. e appuntamenti culturali di vario tipo, tra cui anche un convegno sulla castanicoltura), la gastronomia rivestir? un ruolo di rilevanza primaria. Le antiche e caratteristiche cantine di Vallerano, in pietra di tufo, comporranno per i visitatori menu con specialit? locali irresistibili di tradizione antichissima: echi di quella tradizione dei Valleranesi nella lavorazione delle castagne che riflettono un passato in cui il pregiato frutto dell’autunno rappresentava un sostentamento alimentare  indispensabile. info
Apre a Milano il Johnnie Walker Blue Store,
il pop-up dedicato al gentleman contemporaneo
Dal 27 novembre al 24 dicembre in Piazza del Liberty degustazioni e limited edition per gli amanti del gusto e dell’eleganza

Al via il progetto internazionale di aperture straordinarie che, in concomitanza con Londra, Monaco e Parigi, vede anche Milano protagonista del debutto dei Johnnie Walker Blue Store, spazi temporanei firmati dal celebre blended whisky Johnnie Walker Blue Label e progettati per animare lo shopping natalizio con un’esperienza di gusto e stile senza precedenti.
Dal 27 novembre al 24 dicembre nella centralissima Piazza del Liberty a Milano, aprono le porte della lounge ispirata ai più sofisticati Gentlemen’s Club londinesi, con pezzi di design unici e riscaldata dal legno e dalla pelle di pregiati arredi. Protagonista del Johnnie Walker Blue Store è il bancone bar dove degustare il pregiato distillato e conoscere da vicino il mondo Johnnie Walker Blue Label grazie ai consigli dei bartender e di una guida interattiva che permetterà al pubblico di scoprire i trucchi di stile e di miscelazione del pregiato spirit. Il Johnnie Walker Blue Store sarà aperto tutti i giorni dalle 10 alle 20.

Dal 20 ottobre 2015 la campagna di IOF - International Osteoporosis Foundation dedicata all’importanza della nutrizione per prevenire le malattie delle ossa. Secondo recenti ricerche, un aiuto può arrivare anche dal consumo regolare di prugne. Per prevenire e contrastare l’Osteoporosi è fondamentale una corretta alimentazione. È questo il concetto chiave della Giornata Mondiale dell’Osteoporosi 2015 che si celebrerà il 20 ottobre e che vede tra i suoi nutrition supporter ufficiali Sunsweet Growers, la celebre azienda californiana leader mondiale nella produzione di prugne secche, succo di prugne e prodotti per l’industria a base di prugne. Secondo un recente studio presentato al convegno Experimental Biology 2015, infatti, un consumo giornaliero di 50 g di prugne - corrispondente a 4-5 frutti - influisce positivamente sulla densità ossea nelle donne dopo la menopausa. Questa scoperta conferma precedenti risultati sperimentali, che collegavano un incremento della densità minerale nell’avambraccio e nella spina dorsale nei soggetti che avevano consumato 100 g di prugne al giorno. La presenza di prugne all’interno di una dieta bilanciata che includa anche latticini, pesce, frutta e verdura può quindi contribuire alla buona salute delle ossa. Secondo le stime della IOF, 22 milioni di donne e 5,5 milioni di uomini di età compresa tra i 50 e gli 84 anni all’interno dell’Europa a 27 sono affetti da osteoporosi. In Italia, nel 2010, sono state calcolate 465mila fratture dovute a fragilità ossea. Un problema sanitario che si stima sia costato alla collettività oltre 7 miliardi di euro e che è in crescita a causa dell’invecchiamento della popolazione. Info
Vicino al borgo medioevale di Bolgheri, area di chiara vocazione vitivinicola. l’Azienda Agricola Villanoviana nasce dall’intuizione che quelle prime viti rappresentassero il punto di partenza per realizzare l'obbiettivo di Barbara e Marco: produrre un vino espressivo di quel territorio e nel rispetto delle tradizioni del passato. Un ritorno alle origini con il ricordo dei primi agricoltori che qui abitavano, da qui l’ispirazione per il nome della cantina: un omaggio alla civiltà Villanoviana, la prima ad essersi insediata e progenitrice degli Etruschi. I metodi produttivi della Viticoltura Biologica sono alla base e, grazie alla consulenza di professionisti del settore Villanoviana lavora quotidianamente per la produzione di vini di elevato livello qualitativo e dal carattere riconoscibile. Secondo la mitologia greca TEIA era la madre del Sole, della Luna e dell’Aurora: una dea splendente come il vino che porta il suo nome, caratterizzato da un luminoso giallo paglierino. IMENEO, figlio di Bacco e Venere, era il dio invocato durante le cerimonie ed i cortei nuziali per garantire buoni auspici e protezione ai matrimoni. Ispirati da questa figura mitologica, hanno fatto un vino importante per accompagnare i momenti più piacevoli e gioiosi, e lo hanno chiamato IMENEO per il suo carattere così simile al dio delle nozze. ERUBESCO: dal latino “erubescere”, verbo che significa “arrossire” ma anche “rispettare”: entrambi i termini sono quindi legati alla sfera delle emozioni, quelle che si provano al cospetto di qualcuno o qualcosa che si ama come questo rosso. SANT'UBERTO,nella campagna di Bolgheri, tra Sant’Uberto e Le Ferrugini, si stendono i vigneti che più rispecchiano la natura di queste terre. Qui crescono i filari di Cabernet Franc, di Merlot e di Petit Verdot che danno vita ad un vino importante, un Bolgheri Superiore riconoscibile tra molti. Questo “Vero Bolgherese” non poteva non chiamarsi che con il nome del terreno di appartenenza. Info
Un weekend a Venezia? Scegliete il B&B Ca' Isidoro, a 5 mn. da Piazza San Marco
Venerdì, 23 ottobre 2015
".
 
Venerdì, 23 ottobre 2015