Martedì, 20 ottobre 2015
Anno IXOttobredirettore Roberta Candus redazione@golfegusto.it
MOLTI PARTECIPANTO ALLA GARA DI OGGI AL GOLF LA ROCCA_DUCATO; PUTROPPO UN PO DI PIOGGIA; MA IL GUSTO ERA IN TUTTA L'ACCOGLIENZA, DAL FORMAGGIO; CONFETTURE; VINO ED OLIO, CON ONFALOS SEMPRE IN PRIMA FILA
VI DIAMO APPUNTAMENTO SABATO 24 OTTOBRE AL GOLF BOLOGNA PER LA 17a TAPPA E PER LA CENA DI DEGUSTAZIONE CHE CONCORRE AL G&G AWARD 2015 PRESSO LA 19A BUCA DI ANTONIO CASSANO, SI RIPEOPONE PER BISSARE LA VITTORIA DELLO SCORSO ANNO?
Il dilettante Luca Cianchetti, tesserato per il Modena G&CC, ha vinto con 202 colpi (69 68 65, -11) l’Abruzzo Open presented by Axa di Pescara, penultimo torneo dell’Alps Tour e ultimo dell’Italian Pro Tour
Jason Day senza giorcare ritorna in vetta nella classifica mondiale
notizie del 19/10
Frys.com Open, gara d’apertura del circuito 2016 del PGA che ha avuto luogo sul tracciato del Silvedaro CC (North Course, par 72) di Napa in Florida ha visto la vittoria dell’argentino Emiliano Grillo che ha conquistato la sua prima vittoria nel PGA Tour, appena al settimo torneo disputato, imponendosi con 273 colpi (68 71 65 69, -15. Il 23enne di Resistencia ha terminato il torneo alla pari con Kevin Na (273 - 68 71 64 70, -15) e poi lo ha superato con un birdie alla seconda buca di spareggio. 
Al terzo posto con 274 (-14) Justin Thomas, Jason Bohn e il sudafricano Tyrone van Aswegen, al sesto con 276 (-12) Patrick Rodgers, Kyle Reifers, l’inglese Justin Rose e il sudafricano Charl Schwartzel. Ha nettamente ceduto Brendan Steele. leader per tre giri, 17° al traguardo, insieme al giapponese Hideki Matsuyana, con 278 (-10), colpi, penalizzato da un 76 (+4). 
A corrente alternata il nordirlandese Rory McIlroy, 26° con 279 (-9), rimasto al terzo posto nella classifica mondiale (p. 10, 92) dove, pur senza giocare questa settimana, è tornato in vetta l’australiano Jason Day (p. 12,42) che ha sorpassato Jordan Spieth (p. 12,40) anch’egli a riposo. 
Grillo e Na non sono stati impeccabili nel giro conclusivo. L’argentino è andato in vetta con un parziale di 69 (-3) dopo sei birdie e tre bogey e Na, che ha marciato in 70 (-2 con sei birdie e quattro bogey), lo ha agganciato alla buca 16 per portarlo al playoff. Un bogey alla stessa buca, invece, ha allontanato Bohn dallo spareggio. Al vincitore è andato un assegno di 1.080.000 dollari su un montepremi di sei milioni di dollari.
Emiliano Grillo vincitore
Al WPGA International Challenge (8-10 ottobre, 54 buche). La spagnola Natalia Escuriola ha vinto con 208 colpi (68 67 73, -8). La 21enne iberica di Castellon ha ottenuto il secondo titolo del circuito superando di due colpi la norvegese Rachel Raastad (210, -6). La Escuriola a luglio si era imposta nel CitizenGuard Trophy ancora nello status di amateur e poi, passata di categoria, ha fatto suo il Campionato di Spagna femminile. Hanno occupato la terza posizione con 211 (-5) la tedesca Olivia Cowan e la francese Ariane Provot e la quinta con 212 (-4) l’iberica Noemi Jimenez e l’inglese Georgia Hall.n bassa classifica Laura Sedda, 34ª con 225 (76 74 75, +9), e Stefania Avanzo, 50ª con 231 (77 74 80, +15), mentre non ha superato il taglio Elisabetta Bertini, 58ª con 154 (81 73, +10). Il montepremi è di 30.000 euro. Info

Il Volopa Irish Challenge (8-11 ottobre), sul tracciato del Mount Wolseley Hotel Spa & Golf Resort a Carlow in Irlanda.è il terz’ultimo torneo stagionale del Challenge Tour e penultimo appuntamento valido per la composizione della lista dei primi 45 dell’ordine di merito che andranno a contendersi 15 ‘carte’ per l’European Tour 2016 nel NBO Golf Classic Grand Final (4-7 novembre) all’Almouj Golf di Muscat, in Oman. Nino Bertasio ha offerto una grande prova terminando al secondo posto con 272 colpi (68 66 68 70, -16) , ma con l’amaro in bocca per aver ceduto il titolo alla seconda buca di spareggio all’inglese Tom Murray (272 - 69 67 69 67), con il quale aveva terminato alla pari le 72 buche della gara.Nelle prime dieci posizioni ben nove inglesi: Gary Boyd terzo con 274 (-14), Garrick Porteous, quarto con 275 (-13), Max Orrin, Ryan Evans e Robert Coles, quinti con 276 (-12), Simon Griffiths, Steven Tiley e Simon Wakefield, ottavi con 277 (-11), oltre a Murray primo. Si è classificato 48° Lorenzo Gagli con 287 (69 72 73 73, -1)  Murray, intascando 28.800 euro su un montepremi di 180.000 euro, è entrato tra i primi 45 della money list  (dove sono Delpodio e Gagli) che andranno in Oman (NBO Golf Classic Grand Final, 4-7 novembre, Muscat) a contendersi le 15 ‘carte’ per l’European Tour 2016. Anche Bertasio con i 19.800 euro di seconda moneta ha fatto un bel salto dal 101° al 47° posto e si giocherà tutto nel Foshan Open, penultima gara stagionale in programma dal 22 al 25 ottobre in Cina. info 

Con il Frys.com Open (15-18 ottobre) al Silvedaro CC (North Course) di Napa in Florida, inizia la nuova stagione del PGA Tour. Continua a mantenere la cima della classifica Brendan Steele, Brendan Steele ha mantenuto la leadership con 202 colpi (63 70 69, -14). Il vantaggio del 32enne californiano, con un titolo nel circuito datato 2011 (Texas Open), si è ridotto a un solo colpo su Andrew Loupe e su Kevin Na (203, -13). Proporranno nel giro conclusivo la loro candidatura al titolo anche gli otto concorrenti in quarta posizione con 204 (-12): Jason Bohn, Kyle Reifers, Harold Varner III, Will Wilcox, l’inglese Justin Rose, l’argentino Emiliano Grillo, il canadese Graham DeLaet e il venezuelano Jhonattan Vegas. Qualche possibilità per Justin Thomas, 12° con 205 (-11), mentre sono tagliati fuori Brooks Koepka, 17° con 207 (-9), il sudafricano Charl Schwartzel, 20° con 208 (-8), e il giapponese Hideki Matsuyama, 27° con 209 (-7). Ha ceduto nettamente il nordirlandese Rory McIlroy (nella foto), da 19° a 39° con 210 (-6), e chiude il gruppo l’argentino Angel Cabrera, 69° con 214 (-2). Il montepremi è di sei milioni di dollari con prima moneta di 1.080.000 dollari.info

Il Symetra Tour Championship (15-18 ottobre), ultima gara stagionale del Symetra Tour, in programma al LPGA International (Jones Course) di Daytona Beach, in Florida, per conquistare le dieci ‘carte’ per il LPGA Tour 2016 alle prime della money list. Vittoria della thailandese Sherman Santiwiwatthanaphong con 274 colpi (66 68 73 67, -14) davanti a Brianna Do (275, -13), a Cydney Clanton e all’australiana Su Ho (276, -12). Al quinto posto con 278 (-10) Catherine O’Donnell e la canadese Maude-Aimee Leblanc e al settimo con 279 (-9) Lacey Agnew. La Santiwiwatthanaphong, che ha ricevuto 22.500 dollari su un montepremi di 150.000 dollari, ha realizzato un 67 (-5) con sei birdie e un bogey. L’ultimo birdie alla buca 18 ha impedito l’aggancio a Brianna Do (69, -3 con quattro birdie e un bogey), che in caso di vittoria avrebbe avuto la meglio nella money list. Comunque è salita al terzo posto e si è guadagnata la ‘carta’. Nel LPGA Tour 2016 anche le altre sette concorrenti classificate tra i quarto e il decimo, nell’ordine Daniela Iacobelli, la svedese Dani Homqvist, Lee Lopez, la messicana Alejandra Llaneza, Vicky Hurst, Casey Grice e Rachel Rohanna. Giulia Molinaro non è riuscita a conservare la prima posizione nella money list del Symetra Tour, non avendo partecipato all’ultimo evento stagionale, il Symetra Tour Championship, ma con la seconda è entrata comunque a vele spiegate nel LPGA Tour 2016. Nell’ordine di merito la veneta ($ 68.632) è stata superata da Annie Park ($ 68.673) per soli 41 dollari e in maniera rocambolesca. Infatti la Park è riuscita a recuperare il 14° posto (282, -6) nella classifica del torneo, l’ultimo utile per divenire la reginetta del Symetra Tour 2015, grazie a un eagle sull’ultima buca. Ha concluso al 68° con 295 (74 72 75 74, +7) Silvia Cavalleri ed è 75a con 9.820 dollari.  info

Sul percorso del Miglianico Golf & Country Club lsi gioca la quattro giorni di golf internazionale che avrà il suo clou nell’Abruzzo Open presented by Axa di Pescara (16-18 ottobre), penultimo torneo nel calendario nell’Alps Tour e ultimo nella stagione dell’Italian Pro Tour con 108 giocatori, con ben 12 nazioni rappresentate. Sorprendente la vinto il dilettante Luca Cianchetti (nella foto di Alessandro Bellicini), tesserato per il Modena G&CC, con 202 colpi (69 68 65, -11). E’ stato un autentico trionfo italiano con il secondo posto di Lorenzo Scotto (205, -8), con il terzo di Raffaele Benatti (206, -7), affiancato dall’olandese Jurrian Van der Vaart, dallo spagnolo Eduardo Larrañaga e dal francese Julien Gressier, e con il settimo di Valerio Pelliccia, Francesco Laporta, Stefano Pitoni, Cristiano Terragni e dell’altro amateur Guido Migliozzi (207, -6). In tredicesima posizione, con 208 (-5) Aron Zemmer (73 67 68); al 17°posto, con 209 (-4), Gregory Molteni (69 71 69) e Federico Maccario (72 65 72). Hanno chiuso al 23° posto, con 210 (-3) Andrea Perrino (71 67 72) e Francesco Testa (72 66 72). Non sono riusciti a evitare il taglio (caduto in par), fra gli altri, Andrea Bolognesi, 44° con 143 (73 70 +1), l’abruzzese Luca D’Andreamatteo, 65° con 146 (73 73 +4), al pari di Enrico Di Nitto (76 70). Esperienza formativa per i due amateur “di casa” Niccolò Capacchietti, 71° con 147 (71 76 +5) e Antonio Martino, 97° con 156 (80 76 +14). Imprevista la prestazione sotto tono del leader dell’ordine di merito Darius Van Driel: l’olandese ha chiuso al 90° posto con 151 (74 77 +9). I 5.800 euro - prima moneta dal montepremi di 40.000 -  sono andati a Lorenzo Scotto. Il regolamento, infatti, non prevede premi in denaro per gli amateur.info 

All'UniCredit PGA Professional Championship of Europe, ossia il Campionato Individuale della PGA of Europe che si è cocluso al Pravets Golf Resort & Spa (par 72), a Pravets in Bulgaria. L’inglese Matthew Cort ha vinto con 269 colpi (68 66 66 69, -19). L’inglese, alla seconda vittoria stagionale in una gara del calendario PGAE, ha avuto la meglio sull’olandese Ralph Miller (271, -17), sul gallese Garry Houston e sullo spagnolo José Luis Adarraga (273, -15) e sull’inglese Steve Parry (274, -14).E’ terminato al 14° posto con 283 (72 71 68 72, -5) Fernando Pasqualucci, quindi al 18° con 284 (74 67 69 74, -4) Akim Hassan, al 23° con 286 (71 73 71 71, -2) Federico Elli, al 30° con 288 (72 75 73 68, par) Luca Beneduce e al 37° con 291 (75 75 68 73, +3) lo statunitense Zeke Martinez, che da anni lavora in Italia. Al vincitore è andato un assegno di 10.000 euro. Info

Nello Xiamen International Ladies Open (8-11 ottobre), torneo del Ladies European Tour che si è concluso allo Xiamen Orient Golf & Country Club nella città cinese da cui il circolo prende il nome, ha vinto con un ottimo giro finale in 68 colpi (-4, con cinque birdie e un bogey) e lo score di 272 (71 68 65 68, -16) Hye In Yeom. La 23enne coreana di Incheon ha firmato il primo titolo nel circuito staccando nettamente nel turno conclusivo la thailandese Kusuma Meechai, terminata al secondo posto con 277 (-11) dove è stata agganciata dalla taiwanese Ssu-Chia Cheng, campionessa uscente, che lo scorso anno vinse la gara da amateur poco dopo essere stata medaglia d’argento nell’individuale ai Giochi Olimpici giovanili. Si sono classificate al quarto posto con 279 (-9) la danese Nanna Koerstz Madsen, la francese Gwladys Nocera e la taiwanese Tzu-Chi Lin e al settimo con 280 (-8) la sudafricana Ashleigh Simon, la taiwanese Nontaya Srisawang e la statunitense Beth Allen.
E’ uscita al taglio Sophie Sandolo, 96ª con 149 colpi (76 73, +5), unica italiana in campo. Il montepremi è di 300.000 euro. info

Prosegue la serie dei tornei a invito che caratterizzano la parte conclusiva del calendario del LPGA Tour con la disputa del Keb Hana Bank Championship (15-18 ottobre) in programma allo Sky 72 Golf Club (Ocean Course) a Incheon in Corea. Lexi Thompson (nella foto) ha portato a sei i suoi titoli nel LPGA Tour, comprensivi di un major, vincendo con 273 colpi (68 67 69 69, -15). Nel giro finale la 20enne di Coral Springs (Florida) ha superato le due concorrenti che la precedevano in vetta dopo 54 buche, la coreana Sung Hyun Park, seconda con 274 (-14) alla pari con la taiwanese Yani Tseng, che sembra tornata ai livelli che la portarono sul tetto mondiale, e la neozelandese Lydia Ko, numero due del Rolex ranking, quarta con 275 (-13), insieme a Gerina Piller e alla coreana Amy Yang. Al settimo posto con 276 (-12) la norvegese Suzann Pettesen e la cinese Shanshan Feng e al 15° con 280 (-8) la coreana Inbee Park, leader mondiale e mai in corsa per la vittoria. Media classifica per Jessica Korda, 36ª con 285 (-3), reduce dal successo della settimana precedente nel Sime Darby Malaysia, e bassa per Michelle Wie, 52ª con 289 (+1), e per Kyu Jung (detta Q) Baek, campionessa uscente, 59ª con 291 (+3). Alla Thompson sono andati 300.000 dollari su un montepremi di due milioni di dollari. info

Ryder Cup 2022: il verdetto l’8 dicembre. Candidatura italiana ancora più forte con il sostegno del Governo.

L'8 dicembre avremo il verdetto sulla candidatura italiana alla Ryder Cup del 2022. Lo ha reso noto Richard Hills, direttore del Bid Management Team di Ryder Cup Europe. L’Italia è in lizza con Roma. Le nazioni concorrenti sono Austria, Germania e Spagna. Il progetto della Federazione Italiana Golf può contare sull’appoggio ufficiale del Presidente del Consiglio Matteo Renzi. La sede di gioco scelta dalla FIG è il Marco Simone Golf & Country Club, circolo della stilista Laura Biagiotti. La Ryder Cup è la più importante manifestazione golfistica internazionale, terzo evento sportivo al mondo per impatto mediatico. Ospitare un evento così prestigioso genererebbe un ritorno economico notevole per il Paese, sia per le entrate dirette sia per quelle indirette. Il Governo ha compreso le potenzialità della candidatura italiana, attraverso la quale il movimento golfistico italiano si propone come volano per il turismo nazionale. Il Presidente di Coni Servizi e della Federazione Italiana Golf, Franco Chimenti, ha dichiarato: “Abbiamo ricevuto il pieno sostegno da parte del Governo e ciò rafforza sensibilmente la nostra candidatura. Il supporto del Presidente Renzi rappresenta un elemento importantissimo per il nostro progetto”. l Presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha commentato: “In accordo con il Governo, che ha garantito pieno appoggio alle candidature di Roma per la Ryder Cup 2022 e per i Giochi Olimpici del 2024, stiamo lavorando per creare delle fondamenta solide per il futuro dell’Italia, che punta a organizzare grandi eventi sportivi. Siamo orgogliosi che il progetto della FIG abbia ricevuto il supporto del Governo, della Regione Lazio e delle Amministrazioni di Roma e Guidonia”. Alessandro Castellano, Amministratore Delegato della SACE, il gruppo assicurativo-finanziario che ha predisposto i documenti a garanzia della candidatura, ha espresso la sua soddisfazione: “Viaggio molto e tutte le persone che incontro si mostrano entusiaste all’idea che Roma ospiti la Ryder Cup del 2022. L’opinione di tutti è che la capitale sia la location perfetta. Sarebbe un onore se Roma, con la sua straordinaria cornice, fosse scelta come nazione ospitante per un evento di tale prestigio. Speriamo di poter accogliere i moderni “gladiatori” del golf. Le bellezze della città e la rinomata ospitalità italiana darebbero una magnifica caratterizzazione a questo evento, rendendolo unico”.

Che cos’è la Ryder Cup - La Ryder Cup, nata nel 1927, vede rinnovarsi ogni due anni la sfida Europa e Stati Uniti: la competizione viene assegnata alternativamente ogni due anni a una città europea o americana. Il 2022 sarà la volta dell'Europa. L’edizione del 1997 in Spagna e quella che si disputerà nel 2018 in Francia rappresentano gli unici due casi europei in cui la Ryder Cup viene disputata al di fuori del Regno Unito. La diffusione capillare del golf nel mondo (61 milioni di praticanti in oltre 120 nazioni), sommata alla presenza in campo dei più forti golfisti continentali, fanno della Ryder Cup un appuntamento unico.
Per l’Italia e per Roma ospitare la Ryder Cup del 2022 costituirebbe un'opportunità unica, considerato che per esposizione mediatica e indotto (pari a 500 milioni di Euro secondo gli studi di KPMG) la più importante manifestazione golfistica internazionale è il terzo evento sportivo al mondo dopo le Olimpiadi e la Coppa del Mondo di calcio. In termini di esposizione mediatica, questa manifestazione è il terzo evento sportivo dopo i Campionati Mondiali di calcio e le Olimpiadi: circa 300.000 spettatori provenienti da 96 diverse nazioni; 192 Paesi collegati attraverso un network di 53 emittenti televisive per un totale di più di 500 milioni di case raggiunte per ciascun giorno di gara.

The Spirit International Amateur Golf Championship (12-14 ottobre) in programma sul percorso del Golf Club Whispering Pines, a Trinity in Texas. Ha vinto con 394 (135 128 131, -38) il team degli Stati Uniti con appena un colpo di margine sul Messico (395, -37). Terza la Spagna (399, -33), quarta la Francia (400, -32), quinte le compagini di Inghilterra e Svezia (404, -28), e settime quelle di Corea e Finlandia (405, -27). L’Italia (Giulio Castagnara, Federico Zucchetti (in foto) Carlotta Ricolfi, Emilie Alba Paltrinieri) si terminata al 18° posto con 420 colpi (136 142 142, -12). Nella graduatoria femminile successo del Messico con 195 (64 67 64, -21) davanti a Inghilterra (199, -17), Finlandia, Spagna, Svezia e Giappone (201, -15), Settima piazza con 202 (-14) per Stati Uniti e Repubblica Ceca e ventesima per le azzurre Ricolfi e Paltrinieri (214 - 69 75 70, -2).

Campionati Internazionali di Francia Femminili Stroke Play "Trophee Cécile De Rothschild, ossia il Campionato Individuale della PGA of Europe che si è concluso al Pravets Golf Resort & Spa (par 72), a Pravets in Bulgaria. Ha vinto con 281 colpi (72 68 72 69, -7) la finlandese Anna Backman che ha superato alla terza buca di spareggio la francese Ines Lescudier (281 – 70 68 70 73). In terza posizione con 282 (-6) la svedese Julia Engstrom, Angelica Moresco ha ottenuto un bel quarto posto con 283 colpi (67 70 73 73, -5), in quinta con 285 (-3) la brasiliana Luiza Altmann e in sesta con 288 (par) la svedese Frida Kinhult e la transalpina Justine Dreher. Nono sono entrate tra le prime 36 concorrenti ammesse ai due turni conclusivi Lucrezia Colombotto Rosso, 37ª con 149 (74 75, +5), Carolina Caminoli, 40ª con 150 (75 75, +6), e Alessia Nobilio, 47ª con 151 (76 75, +7). Ha accompagnato le italiane l’allenatore Luigi Zappa. Info

Nello Stage 1/Section D della Qualifying School dell’European Tour, che si è cocluso sul percorso del Circolo Golf Bogogno (par 72), bella impresa del dilettante azzurro Michele Ortolani (nella foto) che si è imposto con 272 colpi (67 71 66 69, -16) nello Stage 1/Section D della Qualifying School dell’European Tour. Il 19enne portacolori del GC Monticello, vincitore quest’anno dell’International Austrian Amateur, ha superato gli svedesi Krister Eriksson, secondo con 274 (-14), e Per Langfors, terzo con 275 (-13). Gli italiani sono stati gli assoluti protagonisti. Infatti altri sette sono terminati tra i primi 25 classificati e accompagneranno Ortolani allo Stage 2: sono Francesco Laporta, quarto con 277 (70 68 71 68, -11), l’altro amateur Jacopo Vecchi Fossa (70 73 72 63), rinvenuto con un eccellente 63 (-9), e Filippo Bergamaschi (69 68 71 70), quinti con 278 (-10), Nunzio Lombardi, 14° con 282 (68 73 74 67, -6), Enrico Di Nitto (73 70 71 72), Francesco Testa (68 69 76 73) e Andrea Perrino (70 72 71 73), 21.i con 286 (-2). Sono rimasti fuori Joon Kim e Michele Cea (am), 36.i con 290 (+2), Federico Maccario, 41° con 292 (+4), Alessandro Grammatica e Nicolò Gaggero , 42.i con 293 (+5), Carlo Casalegno (am) , 45° con 294 (+6), Andrea Bolognesi e Gianmaria Rean Trinchero (am), 49.i con 295 (+7), Federico Colombo e Corrado De Stefani, 54.i con 297 (+9).
Non hanno superato il taglio dopo 54 buche: Raffaele Benatti, Giorgio De Filippi e Gregory Molteni, 65.i con 224 (+8), Leonardo Motta e Aron Zemmer, 74.i con 225 (+9), Andrea Romano, 84° con 228 (+12), Alberto Campanile e Alessandro Stucchi (am), 86.i con 230 (+14), e Luigi Zenere, 90° con 235 (+19). Si sono ritirati Andrea Rota e Giacomo Tonelli. Info

World Junior Girls Championship (22-25 settembre), in programma sul percorso del Marshes Golf Club, a Ottawa, nell’Ontario in Canada. La Corea in vetta tra i team (142, -2 colpi) e nell’individuale con Hye-jin Choi (70, -2) alla pari con la statunitense Elizabeth Wang. Carolina Caminoli è al terzo posto con 71 (-1) colpi nella classifica individuale. Si trovano in quarta posizione con 72 (par) dieci concorrenti tra le quali la francese Anais Meyssonnier, l’altra coreana Eun-soo Jang e la spagnola Paz Marfa Sans. E’ al 25° posto con 75 (+3) Carlotta Ricolfi e al 36° con 78 (+6)  la terza azzurra in campo, Angelica Moresco. Tra la 16 rappresentative nazionali la Corea precede la Svezia e gli Stati Uniti (144, par), la Danimarca e la Norvegia (145, +1), mentre l’Italia è affiancata da Messico, Francia, Spagna e Australia. Il torneo si disputa sulla distanza di 72 buche Vi partecipano selezioni di 15 nazioni con il solo Canada che schiera due compagini. Accompagna le italiane l’allenatore Enrico Trentin.


Nasce il tutorial della Federazione Italiana Golf: 25 video per spiegare come si gioca a golf e tante altre informazioni per far conoscere al meglio questo sport. I video sono disponibili sul canale youtube e verranno pubblicati sui profili facebook e twitter della federazione. Si rafforza ulteriormente così l’impegno della FIG per la promozione del golf in Italia, con l’obiettivo di smentire quei luoghi comuni che rischiano di frenare chi voglia avvicinarsi a questa disciplina. 
Il golf dalla A alla Z - Dalla prima lezione con il maestro fino alla prima gara in campo gli utenti verranno accompagnati in un viaggio alla scoperta del golf. Come allenarsi, come vestirsi, saper calcolare l’handicap e il proprio punteggio di gioco sono solo alcune delle domande che troveranno risposta nel tutorial. Sono tantissimi i temi trattati, fra i quali ad esempio, come scegliere il circolo, cosa c’è nella sacca da golf e come comportarsi sul percorso. 
La promozione sui social network e sul web - Grazie al potere di propagazione dei social network, il tutorial potrà veder aumentare continuamente il numero di visualizzazioni, contribuendo così a far crescere ancora di più il popolo dei golfisti in Italia. Ricordiamo, inoltre, che sul sito della federazione è già presente la sezione come iniziare destinata a tutti quelli che si vogliono avvicinare per la prima volta al golf.
Massimo Scarpa, apprezzato giocatore dell’European Tour dove ha anche vinto un torneo e attualmente Team Manager e Direttore Tecnico della Squadra Nazionale Professionisti, è l’autore di “Il mio golf”, un libro nel quale spazia dalla tecnica alla tattica di questo sport, dai segreti del gioco lungo e del gioco corto a un'infinità di consigli pratici per migliorare il proprio gioco, dallo swing agli approcci, dagli accorgimenti dal rough alle uscite dai bunker, dalle tipologie del grip a come risolvere l’yips. E’ un volume quanto mai utile per tutti i golfisti, dai principianti ai più esperti, riccamente illustrato con immagini dedicate alle varie situazioni che si devono affrontare sul campo. La prefazione è di Franco Chimenti, presidente di CONI Servizi e della Federazione Italiana Golf. Il libro, edito da Complemento Oggetto Srl, è disponibile al costo di 20 euro. Per le modalità dell’acquisto collegarsi al link:

“il gusto del gioco, il gioco del gusto“ il fil rouge che da nove anni identifica questi eventi, nel 2015 segue le anse del fiume Po.

UNPOxEXPO 2015 all'insegna del dolce ( Piemonte), salato (Emilia), amaro (Lombardia), acido (Veneto). Ospitalità nell’energia umida del grande fiume PO per 20 milioni di visitatori a Expo. #fuorisalone,#toccareconmano,#faidate

GOLF&GUSTO,ANCHE QUEST'ANNO FA IL SUO CIRCUITO DI GOLF PERÒ SEGUENDO LE ANSE E FERMANDOSI CON LE GARE NEI VARI GOLF DEI DISTRETTI TERRITORIALI CHE SORGONO INTORNO AL NOSTRO FIUME PO. 18 TAPPE, UNA FINALE ITALIANA, UN PREMIO FINALE ALL'ESTERO PER I VINCITORI, OFFERTO DA I VIAGGI DI ATLANTIDE, DUE DIVERSE FORMULE E UN CHALLENGE PER  IL MIGLIOR RISTORANTE DEL GOLF 2015. 

28 luglio Dalle parole ai fatti, innamorandosi del Grande Fiume

Il comune di Piacenza affida alla storica Motonautica Piacentina la gestione del RiverFront per 12 anni. Il 2015 è anno di lancio del progetto, dice Federico Scarpa, Presidente Logistic Center. Il noto locale  Baciccia cura l’operatività, specifica Tullio Bionda presidente Map. Giampietro Comolli, patron di UnPOxExPO2015, propone per la città di Piacenza un progetto sinergico di alto respiro che risponda a domande di servizi e di tempo libero per i piacentini giovanissimi e gli adulti, sia integrato alla città e a altre opzioni di territorio, punti su richiami e attrattività fuori Piacenza, superi la burocrazia, esalti i ruoli e competenze come il Consorzio di Bonifica, l’Ente Fiera e i Comuni rivieraschi e fruisca della mobilità di personale esperto e operativo di Provincia, Comune e Forestale. Il RiverFront sia il visit brand per 365 giorni. Per gli Enti Pubblici costo e impegno limitato a sicurezza, vigilanza, logistica e banda larga, aree sosta e parcheggio. Scarpa ha sottolineato l’importanza di vivere l’argine del fiume secondo lo spirito dei piacentini per i giovanissimi e le famiglie, fare cultura e formazione turistica e di ambiente fluviale, enogastronomia, sport e senso di rispetto per un bene comune.

L'associazione motonautica piacentina nata nel 1959, oggi rappresentata 35 soci e 20 barche private, ha sottoscritto una convenzione con il comune di Piacenza da valersi per 12 anni a partire dal 2015 per la cura, gestione e valorizzazione di una area di 5200 mq, il RiverFront dalla Nino Bixio alla Vittorino da Feltre. Lungo il Po c’è un patrimonio immenso in attesa di essere riqualificato: 320 siti, fra cui immobili, nella  disponibilità dello Stato che saranno a disposizione degli enti locali o privati che vorranno investire in nuove attività, occupazione, start-up, ma speriamo senza vincoli. Qualche esempio di intervento sostenibile e sufficiente lungo il Po c’è stato, a Ariano e a Casalmaggiore, a Chivasso e a Boretto negli ultimi 4 anni, tutti rientranti nel progetto UnPOxExPO.
Potrebbe così diventare il 9° sito-sistema fluviale Europeo riconosciuto con una sua identità esclusiva, ovvero un turismo fluviale enogastronomico di ambiente e paesaggio culturale, quindi ben oltre la sola navigabilità, in modo di differenziarsi dagli altri 8 sistemi già attivi da anni.

scarica il pdf

ABBIAMO CONSEGNATO

Golf&Gusto ha consegnato il 1 marzo alle ore 12 il 4° G&G Award al Ristorante Buca 19 che è stato scelto dalla giuria come il Miglior Ristorante del Golf 2014 tra quelli selezionati. Il premio è stato ricevuto da Antonio Cassano il gestore, vista l'ora di domenica lo Chef Denis Degli Esposti doveva essere ai fornelli. Oltre alla bellissima targa fatta sempre da Emblema, la Ditta Ruffoni di Omegna ha dato la sua splendita pentola in rame. Pierangelo Plebani titolare di La Fiorita ha offerto un Franciacorta "pas dosè" .

PEOPOSTA DI VIAGGIO

PER ACCOMPAGNATORI

DEI VINCITORI

DAL 13 NOVEMBRE

A PORTO SANTO

Un weekend a Venezia? Scegliete il B&B Ca' Isidoro, a 5 mn. da Piazza San Marco